Progetti di carta

Feste a tema

home décor

0 In Carta/ Fai da te/ Home decor

Come realizzare un backdrop di carta

In tempi di smartwork le video call magari con il mega direttore generalissimo non sono infrequenti: quante volte ti sei accorta che nell’inquadratura alle tue spalle si vede la casa in disordine, il gatto che salta e i bambini che si rotolano? se sei come me spesso… La soluzione c’è ed è realizzare un backdrop di carta da appendere su una parete di casa. Basterà allora riprendersi con le… spalle al muro anzi al backdrop e ciao ciao scene imbarazzanti!

Sul numero di novembre 2020 di Casa Facile trovi il mio articolo che spiega passo a passo come realizzare un backdrop di carta.

E visto che in diverse mi avete scritto chiedendomi di approfondire come si realizzano gli elementi base, ho pensato di realizzare un breve video che mostra come fare le piramidi di cartoncino che compongono il backdrop.

Che cosa serve:

  • cartoncino colorato
  • forbici
  • scotch bi adesivo

Leggi le istruzioni su Casa Facile e poi guarda il video.

Per creare un backdrop di dimensioni circa 80 x 50 cm serviranno circa 80 piramidi in carta. Si tratta di un progetto divertente da realizzare e permette di personalizzare gli angoli anche più dimenticati della casa.

Il tempo per realizzarlo è un weekend: il mio consiglio è di preparare prima tutti i cartoncini tagliati e successivamente piegarli formando le piramidi. Quando ne avrai create almeno 40 puoi iniziare ad applicarle sul muro valutando la forma desiderata del backdrop.

La differenza tra il backdrop in carta che ti propongo di realizzare e una stampa o una parete colorata sta nella matericità del backdrop: le piramidi sono ovviamente 3D e questo permette alla luce di dare rilievo e spessore alla parete: carine vero?

Il backdrop in carta può essere una valida soluzione décor per una casa in affitto, magari anche per poco tempo: puoi dare personalità a una parete quasi a costo zero. Le piramidi possono infatti essere realizzate in cartoncino colorato o di recupero, per esempio riutilizzando il packaging degli alimenti oppure le cartelline dell’ufficio e che periodicamente vanno al macero.

0 In Home decor

Come creare un angolo relax in casa con una galleria a parete

Per affrontare bene l’arrivo dell’autunno è necessario preparare un angolo relax in casa in cui coccolarsi e stare bene ed è semplice crearlo in poche mosse con l’aiuto di Poster store realizzando una galleria a parete, come ho fatto io. In particolare è bello poter aprire una finestra sulla natura, in un periodo in cui è difficile uscire a fare belle passeggiate: un suggestivo poster di natura aiuta a sognare e a viaggiare, almeno con la fantasia! Seguimi e ti spiegherò in poche, facili mosse come creare il tuo angolo relax con una galleria a parete.

  • Definisci lo stile. Il trend che amo in questo momento, per la decorazione d’interni, è lo stile scandinavo. In questo la scelta dei poster e stampe della mia galleria a parete ne è sicuramente influenzata: tonalità chiare, richiami alla natura. E tu in che stile ti riconosci? Boho chic, magari? allora di sicuro apprezzerai arredi trendy e sceglierai delle stampe raffinate e glamour. Oppure il tuo è uno stile minimal? I tuoi poster allora saranno elementi grafici, frasi e citazioni. Oppure ami il vintage: sceglierai quindi stampe di foto artistiche ed illustrazioni grafiche magari con citazioni celebri. Su Poster store trovi un’ampia selezione di poster e stampe con diversi temi e categorie e di sicuro troverai il tuo stile. E lo sapevi che ogni martedì vengono aggiunti dei nuovi prodotti?
  • Scegli gli arredi. Non è necessario acquistare nuovi elementi d’arredo, basta magri spostare una vecchia poltrona dandole nuova vita con i cuscini. In casa mia ho spostato una sedia scandic style e ho riutilizzato uno scaffale a giorno: lo spazio è definito dalla galleria a parete che racchiude visivamente il mio cocoon per il relax.
  • Scegli i colori. Per il mio angolo relax in stile scandinavo ho scelto pochi colori (bianco, nero e legno) e tonalità che richiamassero la natura. Su Poster Store ho scelto i poster e le stampe e ho abbinato le cornici che sono belle, economiche e molto facili da montare. Ho ottenuto così un total look che esprime bene il mood che volevo emergesse: un mix tra natura, città e semplicità.
  • Organizza lo spazio. Davvero, non è necessario chissà quale spazio per creare un angolo relax. Basta una parete, per quanto piccola. Il mio corner è in mansarda. Per la galleria a parete ho scelto di contrapporre i colori dei poster e delle cornici, legno e nero.
  • Ecofriendly & sostenibilità. Le nostre scelte, anche in tema di home decor hanno un significativo impatto sulla natura: scegli arredi e suppellettili ecofriendly e sostenibili. I poster di Poster store, per esempio, sono stampati su carta di qualità in modo sostenibile e certificati FSC e Nordic Swan.

Vai su Poster Store e componi la tua nuova galleria a parete: con il codice CASEPERLATESTA35 otterrai uno sconto del 35% sul tuo acquisto di poster e cornici!

0 In Fai da te/ Home decor/ Materiali di riciclo

Crea un acchiappasogni con le conchiglie

Conchiglie e spiagge: rientrata dal mare continuo a sognarle… Sarà l’acchiappasogni con la conchiglia che ho realizzato rientrata a casa? Forse!

Quest’estate ho fatto lunghe passeggiate in spiaggia, preferibilmente in orari non convenzionali, per riuscire a rilassarmi e a pensare. Qualche volta mi ha accompagnata la mia bimba, spesso ero sola. In una di queste passeggiate ho raccolto una conchiglia e l’ho tenuta, cosa che generalmente non faccio mai. Ho pensato che volevo conservarla per avere il ricordo di questa estate che, vada come vada, sarà certamente indimenticabile.

Da un po’ di tempo volevo provare a realizzare un acchiappasogni e la conchiglia è stata l’occasione giusta per crearne uno.

Tempo di realizzazione: 45 minuti

Costo: meno di 4€

Difficoltà: facile

Cosa serve:

Come fare:

Indossando le protezioni necessarie (occhiali, mascherina e guanti) procedi a forare la conchiglia in 3 punti disposti a triangolo. Per forare ho utilizzato il Dremel 3000 con la punta diamantata velocità media: prima si inizia a fare un leggero foro e successivamente si aumenta la velocità al massimo. Le conchiglie sono formate da carbonato di calcio (che è la composizione del marmo!) quindi bisogna forare un pochino, poi interrompere e poi ricominciare.

acchiappasogni con conchiglia

Dopo la foratura, infilare lo spago nei 3 fori e fissare lo spago, dopo aver infilato una perlina di legno all’anello metallico. Lega lo spago all’anello e per tenere teso il filo, prima di tagliarlo, applica un punto di colla a caldo tra il filo in tensione all’anello, in questo modo non scorrerà lungo il cerchio metallico.

Dopo aver realizzato il mio acchiappasogni con la conchiglia trovata in spiaggia mi auguro davvero di fare solo sogni belli. Spiagge, mare, sole che già mi mancano!

Voglia d’estate? decora la tavola in stile tropicale per portare ancora l’estate in casa! Leggi l’articolo sul blog!

0 In Home decor/ Living/ Post sponsorizzato

Come creare un angolo scandinavo in casa in 7 mosse

Ti piace lo stile scandinavo? Desideri trasformare la tua casa non sai da dove iniziare? Seguimi e ti spiegherò come creare un angolo scandinavo in 7 facili mosse!

Le case scandinave sono caratterizzate da arredi semplici, design minimalista e dalla scelta di pochi e iconici oggetti d’arredo e decorativi. In questo periodo così incerto la casa è diventata sempre di più uno spazio-rifugio: per questo motivo lo stile scandinavo è sempre più trendy. Il potere curativo della casa intesa come bozzolo caldo, cocoon in inglese, in cui rifugiarsi è insito nel pensiero nord europeo e ben si incarna nell’arredamento.

Vediamo allora in 7 steps come trasformare un angolo della casa in stile scandinavo. Ho scelto un angolo del soggiorno in cui languiva un mobile vintage bianco. Le pareti erano color grigio luce e fino a poco tempo fa mi piaceva lo stile minimal così ottenuto. Durante il periodo di lockdown però ho pensato che era necessario un restyling in chiave scandinava: desideravo un ambiente più caldo e luminoso. Ho quindi dipinto di bianco le pareti e sostituito il vecchio mobile con 3 moduli di Besta di Ikea. Poi ho scelto le stampe per le pareti, i complementi di arredo e la greenery che mi piace, l’eucaliptus.

Ecco come ho fatto:

  1. A piccoli passi. Non è necessario stravolgere tutta la casa: inizia a creare un angolo scandinavo e poi, se rispecchia veramente il tuo mood, procedi con il resto della casa. Per iniziare potresti scegliere un angolo del soggiorno, come ho fatto io, oppure dell’ingresso o della camera da letto.
  2. I colori. Le tonalità da preferire sono chiare per pavimenti e pareti. Gli arredi possono essere in legno chiaro, in tessuto grezzo o in colori che richiamano la terra. E’ con i complementi d’arredo che si può davvero esprimere lo spirito scandic: quadri e stampe in stile scandinavo (per il mio soggiorno ho scelto le stampe da Posterlounge).
  • 3. Il legno. Non è necessario rifare i pavimenti in legno e non serve nemmeno cambiare tutti i mobili: inizia con le cornici dei quadri, con piccoli oggetti d’arredo o con parti limitate come per esempio crea una boiserie come fondale di una parete. Il legno, negli arredi scandinavi, viene generalmente trattato con il mordente grigio per eliminare il giallo
  • 4. Prima la funzione. Gli interni scandinavi sono funzionali e poi anche belli. E’ (da sempre!) aperto il dibattito tra gli architetti se venga prima la forma o la funzione. Lo stile scandinavo ha dato una risposta: la funzione e poi la forma che deve seguire la funzione.
  • 5. Arredi senza tempo. Dai mobili iconici firmati da Hans Wegner, Alvar Aalto e Arne Jacobsen a quelli di Ikea, scegli dei mobili che puoi immaginare nella tua casa tra 10 anni.
  • 6. I complementi. Quadri, stampe, oggetti d’arredo, cornici, candele e tappeti sono solo alcuni dei complementi che potrai scegliere per rendere la tua casa accogliente.
  • 7. Usa i contrasti. Dopo aver scelto la palette di colori che desideri usare nella tua casa, trova un colore a contrasto e utilizzalo per dare degli accenti e sottolineare l’arredo. Nella mia casa ho scelto arredi e colori chiari e qualche dettaglio in legno, definendo una palette di tonalità chiare e neutre. A contrasto ho utilizzato il rosa: il quadro Rosa e Arancio che ho trovato da Posterlounge con le sue tonalità pastello e rosa si sposa bene con l’angolo in soggiorno; e così il vaso di peonie che lo richiama.

Quadri e stampe sono fondamentali per creare il mood di un ambiente, vero? Sul sito Posterlounge puoi trovare l’elemento perfetto per le pareti della casa: un’ampia selezione di stampe e quadri che trovi suddivisi per artista, categoria, colore, stile d’arredo e ambiente. Dopo aver scelto la tua stampa potrai decidere che resa materica desideri: è disponibile la stampa su vetro acrilico, su alluminio, legno, tela, plexi-alluminio e schiuma dura, pvc. E’ anche possibile la stampa su adesivi murali. E non solo, per arredare senza pensieri puoi scegliere la stampa che desideri e riceverla a casa già incorniciata. Posterlounge infatti offre diverse opzioni di cornici di alta qualità, potrai scegliere colore e altezza del profilo con la sicurezza del vetro acrilico anti riflesso.

Ti ho convinto? E’ davvero semplice creare un angolo scandinavo in casa!

0 In Carta/ Fai da te

Come fare una decorazione con le farfalle di carta

Voglia di leggerezza… come tante farfalle? Si, tanta, vero? Porta in casa il battito delle ali realizzando un sospeso di farfalle di carta. L’effimera leggerezza di un volo in un sospeso appeso al muro.

In inglese si chiama mobile e viene tradotto con giostrina o sospeso in italiano: si tratta di una decorazione da appendere che ha diversi utilizzi: come centro volta, nella cameretta dei bambini, sul balcone. In qualsiasi locale cioè in cui si vuole dare un soffio anzi un volo di farfalle!

Cosa serve:

  • carta bianca o colorata di leggero peso (sconsiglio la carta velina perchè fin troppo leggera e rischia di rompersi rapidamente)
  • filo da cucito
  • anello in legno (il mio è in bambù) diametro circa 20 cm
  • colla a caldo
  • forbici, taglierina
  • spago bianco

Come fare:

  • ritaglia la sagoma delle farfalle nella carta: puoi disegnarle tu a mano libera o seguire un disegno. Oppure puoi utilizzare una fustella a mano.
  • ti serviranno almeno 50 farfalle. Il mio consiglio è di realizzarle di diverse dimensioni. Io ho scelto farfalle bianche di diverse dimensioni e con diverse forme d’ali. Le sagome possono essere tagliate anche in carta di riciclo, come vecchie pagine di libro o quaderni carta da regalo o carta colorata.
  • taglia del filo da cucito di lunghezza minima 1 mt.
  • lasciando circa 10 cm dall’estremità del filo da cucito incolla con un leggerissimo punto di colla a caldo la farfalla al filo. Ho scelto di utilizzare la colla a caldo perchè appesantisce leggermente la carta di cui sono fatte le farfalle permettendo una migliore stabilità e resa estetica al mio sospeso.
  • incolla le farfalle lasciando un po’ di distanza tra l’una e l’altra.
  • serviranno almeno 10 fili. Legali al telaietto di legno con un doppio nodo e poi taglia via il filo in eccesso.
  • realizza con lo spago la legatura al telaietto in modo da poterlo appendere.

In questo modo puoi realizzare un sospeso anche con fiori, nuvole, cuori e decorare tutti gli ambienti della casa!

Se cerchi altre ispirazioni di home decor realizzate con la carta guarda sul blog nelle pagine dedicate ai progetti fai da te in carta.

Se vuoi le farfalle come le mie puoi trovare nello shop: pacchetti di farfalle in carta da 60 pezzi. Trovi anche il kit che comprende le farfalle e il telaietto in legno di bambù.

0 In Carta/ Fai da te

Come fare un vaso di carta

Hai mai pensato a un vaso di carta? Certo, non un vaso da riempire d’acqua, piuttosto un coprivaso.

Se hai voglia di rinnovare un angolo della casa con un nuovo set di vasi, puoi creare un vaso di carta: è davvero semplice e non impiegherai più di pochi minuti. Quando avrai imparato come fare potrai crearne di diverse altezze e dimensioni, anche molto grandi. Il cartoncino infatti lavorato in verticale (tecnicamente si direbbe utilizzando la sua maggiore inerzia!) può essere mantenuto in verticale anche se di grandi dimensioni.

Cosa serve:

  • cartoncino grammatura minima 180 gr
  • forbici
  • matita
  • colla
  • righello o squadretta
  • coltello con la punta arrotondata
  • colla vinilica
  • mollettine

Il vaso che ho realizzato è di altezza 21 cm, ho utilizzato un cartoncino bianco formato A4 (21 x 29,7 cm), ti spiegherò come proporzionare diversamente il cartoncino per ottenere vasi anche molto più grandi.

Come fare:

  • Ritaglia il cartoncino nel formato 21 x 26 cm
  • con la matita segna sui 2 lati lunghi del cartoncino dei punti ogni 6 cm: ne disegnerai 4 e rimarrà un avanzo di 2 cm. E’ la parte che servirà a incollare il vaso. Per chiarezza chiameremo i punti, partendo da sinistra: in alto A1 A2 A3 A4 A5 e in basso B1 B2 B3 B4 B5.
  • con la punta arrotondata del coltello traccia dal punto in alto a sinistra A1 fino al lato opposto al punto B2, poi unisci A2 con B3 e così via. Successivamente unisci B1 con A2, B2 con A3 e così via. Otterrai dei triangoli. Premi bene con la punta del coltello, senza bucare (!) il cartoncino in modo da ottenere linee precise e pulite. Come ultima operazione unisci tutti i vertici dei triangoli.
  • piega il cartoncino seguendo le linee che hai creato. Il cartoncino deve risultare ben piegato, quindi se necessario aiutati con il dorso del coltello.
  • incolla la linguetta da 2 cm al lato opposto del cartoncino.

Con questa tecnica puoi realizzare vasi di tutte le dimensioni. E’ sufficiente infatti fare una proporzione per ottenere facilmente le dimensioni dove tracciare i triangoli. Per esempio se utilizzi un foglio formato A3 non dovrai tagliarlo: i punti per tracciare i triangoli saranno ogni 8 cm e avanzeranno quindi esattamente 2 cm per incollare i bordi.

E dentro il vaso cosa mettere? Dei fiori di carta! Trovi sul blog come fare:

0 In Carta

Come fare i papaveri di carta

Per la Festa della Librazione quest’anno ho pensato di realizzare dei papaveri di carta non potendo andare per i prati a raccoglierne di veri.

Fin da piccola sono stata abituata a celebrare il 25 aprile: le mie nonne raccontavano che cosa fosse stata per loro la guerra vissuta con i miei genitori appena nati e che profumo avesse la libertà. E tradizionalmente durante la gita fuori porta nei prati, facevo a gara con mia sorella a chi raccoglieva più fiori. Quest’anno, ovviamente, la gita sarà in soggiorno ma non voglio perdere la tradizione dei fiori. E quindi ho pensato a come realizzare facilmente dei papaveri in carta, con materiali che tutti potessimo avere.

I papaveri rossi rappresentano i caduti in guerra: La guerra di Piero di De Andrè ne è una descrizione bella e cruda, consiglio di riascoltarla e di pensare ai 1000 papaveri rossi.

Per realizzare i papaveri di carta è necessario:

  • cartoncino rosso, verde e nero
  • forbici
  • colla
  • fil di ferro
  • nastro di guttaperca
  • il modello che puoi scaricare

Come fare:

  • ritaglia il cartoncino con le forme dei petali e delle foglie. Per realizzare un fiore sono necessari 4 petali.
  • la bellezza dei petali dei papaveri sta nella forma imperfetta che hanno i bordi: quindi ritaglia il bordo superiore in modo ondulato e senza seguire uno schema preciso e poi modella il petalo con il dorso delle forbici in modo da attenuare la rigidità del cartoncino. Sul lato opposto pratica 2 tagli leggermente convergenti e poi incollali sovrapponendoli. Realizza tutti e 4 i petali.
  • ritaglia le foglie e incolla sul retro un pezzetto di fil di ferro lasciando un tratto libero.
  • ritaglia i pistilli dei papaveri: si tratta di 2 cerchi di diametri diversi. Per il cerchio di diametro inferiore dovrai praticare poi a raggiera dei tagli verso l’interno a distanza di circa 2 mm uno dall’altro. Per quello di diametro maggiore i taglietti dovranno essere più fitti. Con il dorso delle forbici arriccia verso l’interno gli stami del papavero e incolla il cerchio inferiore sopra il centro di quello maggiore.
  • con la punta delle forbici (o se hai delle pinze ancora meglio) crea un occhiello sul fil di ferro e incolla il primo petalo e poi man mano gli altri in modo da creare il calice del fiore.
  • fissa le foglie al gambo e rivesti con il nastro di guttaperca.
  • incolla il pistillo al centro del papavero.

In questo modo puoi realizzare i papaveri anche in carta crespa o carta velina.

Se vuoi ascoltare la canzone La guerra di Piero ho trovato su youtube questa registrazione di De Andrè del 1969. Da ascoltare!

Per altri fiori di carta e progetti da realizzare con la carta trovi tanti progetti nella sezione Progetti di carta del blog.

0 In Fai da te/ Materiali di riciclo/ Pasqua

Decorazione di Pasqua riciclando i gusci d’uovo

Avevo già pronti tanti progetti di Pasqua da proporvi e poi… e poi è cambiato il mondo. In questi giorni in tante mi state scrivendo (la mail è info@caseperlatesta.com o su tutti i social se vuoi!) chiedendomi di fare dei progetti di decorazioni per Pasqua con materiali che si trovano in casa visto che non si deve uscire. E quindi ecco la mia proposta.

Una decorazione di Pasqua da realizzare con i gusci d’uovo: semplicissima da realizzare e molto decorativa. Basta mettere da parte di gusci d’uovo dopo una bella frittata e il materiale creativo è pronto! Per come mantenere invece le uova intere, vi spiego qui di seguito come fare.

I gusci decorati possono essere utilizzati per il centro tavola di Pasqua o come segnaposto, basterà mettere un cartoncino con il nome e sarà pronto.

Cosa serve:

  • gusci d’uovo e/o uova
  • colori a tempera o acrilici
  • spugna (tipo quella per i piatti)
  • spillo e un pezzetto di scotch, stuzzicadenti e una cannuccia dei succhi di frutta (per svuotare le uova)
  • elementi di decorazione come fiori veri (se si ha la fortuna di avere delle piante fiorite) o di carta
  • candeline da the (tipo quelle dell’Ikea in pacchi da 50 per intenderci)

Come fare:

  • per i gusci d’uovo (e le uova intere): applica il colore tamponando delicatamente sul guscio la spugna su cui avrete messo poco colore. Per questo tipo di decorazione consiglio tonalità chiare, pastello, Se non le avete già pronte mescolate i colori con del bianco per schiarirli.
  • lasciare asciugare una notte e poi utilizzarle per creare la decorazione di Pasqua.

Come svuotare un uovo mantendo intero il guscio: applicare un pezzetto di scotch alle due estremità dell’uovo. Con lo spillo fare un forellino nella parte più appuntita dell’uovo e praticare una serie di bucherelli in tondo sul fondo. Rimuovere lo scotch dalla parte tonda dell’uovo e unire i bucherelli, in questo modo si toglierà un cerchiolino di guscio. Soffiare attraverso il buchino nella parte più appuntita dell’uovo, in questo modo usciranno tuorlo e albume. Far scorrere un pochino d’acqua e aceto attraverso l’interno dell’uovo in modo da pulirlo bene e togliere ogni odore.

Nella sezione Pasqua del blog trovi anche i cestini stampabili che puoi riempire con biscotti fatti in casa o con ovetti di cioccolata o con uova vere e proprie sode per il pranzo di Pasqua! Leggi come fare e scarica i template nell’articolo.

0 In Download/ Hygge

15 giorni di Mindfulness

La mindfulness si può descrivere come “vivere il momento” o vivere con consapevolezza. Detto così è davvero molto semplificato perchè la mindfulness è una cosa seria e aiuta, molto. Ho la fortuna di aver iniziato a praticarla quasi 4 anni fa e di aver seguito diversi corsi, incontri, seminari e approfondimenti. E mi ha cambiato la vita, aiutandomi a superare un momento buissimo. Senza voler pretendere di insegnare nulla a nessuno ho pensato che in questo momento così complicato e difficile per tutti DOVEVO condividere un’esperienza che mi fa stare bene e che è alla portata di tutti.

E quindi ho raccolto 15 proposte per un sia pur breve  (e semplice) percorso di mindfulness: per prendere maggiore coscienza di sè, ridurre ansia e stress, cogliere il momento e affrontare, spero meglio, questi giorni così pesanti.

Ma cosa vuol dire mindfulness? Inizio da un esempio: ho male alla schiena. Se medito sul mio corpo praticando mindfulness percepisco la mia interezza che comprende anche il mal di schiena. E lo accetto. Forse non mi farà andar via il mal di schiena però percepire il mio stato e averne consapevolezza mi aiuta ad accettarlo. Un esempio ancora più calzante, visti i giorni che stiamo vivendo. Ho paura del coronavirus. Posso lasciarmi andare alla disperazione oppure posso accettare il fatto che ho paura, che sono fragile e fare tesoro di quello che sono, rendermi conto una volta per tutte che sono una creatura speciale e unica con le sue debolezze e i suoi punti di forza e resilienza. La consapevolezza di ciò di sicuro mi aiuterà ad affrontare meglio questi giorni.

Mindfulness significa quindi, detto in modo semplice, prestare attenzione, ma in un modo particolare: con intenzione, tenendo conto del momento presente, e in modo neutro, senza esprimere giudizio.

Ti va di iniziare un breve percorso di Mindfulness? Come fare?Inizia scaricando la mia piccola guida per il percorso di mindfulness, ti arriverà sulla e mail compilando il form qui sotto. Stampala e vivila come un diario di bordo  personale per 15 giorni: troverai spazi per scrivere e appuntarmi pensieri e ispirazioni, brevi spunti giornalieri che offrono lo spunto di meditazione, citazioni.

Scarica qui il tuo diario mindfulness:


Inserisci il tuo nome e indirizzo e-mail per il download gratuito.

Il percorso dura 15 giorni ed è alla portata di tutti: si alternano giornate con proposte di riflessione più profonde ad esperienze (si, esatto, mangiare una macedonia!) decisamente più leggere e allegre ma da vivere con coscienza di cosa stai facendo.

L’inizio di ogni meditazione: rilassati, chiudi gli occhi se vuoi, e concentrati sul respiro. Senti il tuo corpo che si muove al ritmo del respiro. Continua fino a che sarai tranquilla e rilassata e poi continua con il tema di riflessione mindfull del giorno. Regalati ogni giorno 15 minuti, non di più e non di meno!

Mi piacerebbe davvero tanto se mi raccontassi il tuo percorso e condividessi le tue esperienze. Se vuoi scrivermi: info@caseperlatesta.com

Oppure taggami nei tuoi post sui social o ancora utilizza l’hashtag #soulpaper che utilizzo per progetti creativi e mindful!

0 In Carta/ Fai da te

Coroncina di fiori di carta

Con l’arrivo della primavera nasce anche la speranza di poterci lasciare alle spalle presto questo terribile momento: la capacità curativa della creatività oggi la possiamo applicare per realizzare una coroncina di fiori di carta.

Ricordate il progetto #soulpaper, progetti creativi per stare meglio? L’ho presentato ormai tempo fa e se vuoi rileggere tutto vai all’articolo dove spiego come realizzare delle gerbere in carta.

La creatività come aiuto per stare bene in questo momento. Ognuno di noi ha la capacità (e anche la possibilità) di fare la differenza, perchè ognuno possiede un talento, una passione che rivela chi siamo e quale sia il nostro destino. Non è solo lasciarsi ispirare, è essere d’ispirazione.

Ciò che desidero, è ispirare la tua creatività e in questo modo promuovere la crescita interiore, risvegliando l’artista che è in ognuna di noi e creare così una community disponibile a condividere aiuto e ispirazioni.

Se hai il coraggio di guardare la luce, imita la primavera e vai avanti verso la luce.
(Markku Envall, scrittore aforista finlandese)

Oggi presento una coroncina di fiori di carta che ho realizzato con la Sizzix Big Shot Fold Away. Se ancora non la conosci è una macchina dotata di rulli in acciaio attraverso i quali far passare le fustelle e la carta. Il taglio della carta sarà perfetto, e non solo carta ma anche stoffa, feltro, panno lenci, gomma eva. Le fustelle disponibili sono tantissime e permettono di sbizzarrire la creatività: fiori, scatole, forme, lettere.

Cosa serve:

  • la base è un anello in bambù diametro 20 cm: non si deforma ed è in legno e cambierà quindi colore con il passare del tempo;
  • fustelle Sizzix a forma di fiore: ce ne sono davvero infinite
  • fustelle a forma di tralcio di ramo
  • colla e forbici
  • cartoncini colorati

Realizzare la coroncina, dopo aver tagliato i fiori è rapidissimo: incollarli alla coroncina disponendoli delicatamente.

Se vuoi realizzare una coroncina con le margherite puoi trovare il modello nell’articolo sulle gerbere.

Se realizzi dei progetti creativi con la carta metti #soulpaper #caseperlatestapaper e condividerò i tuoi progetti!